Curcuma, facciamo chiarezza

Negli ultimi anni si è sentito parlare molto di Curcuma e delle sue potenzialità in ambito medico/scientifico, bisogna però fare le dovute premesse, per coloro i quali volessero affrontare una terapia a base di tale spezia.

La Curcuma non viene assorbita con facilità dal corpo umano, anzi, potremmo dire che quasi non venga assorbita affatto. Di qui lo scetticismo che oggi coinvolge coloro che hanno provato integratori a base di Curcuma e ne sono rimasti insoddisfatti.

I prodotti a base di estratto secco, oppure in associazione con il Pepe Nero (Piper Nigrum), sono in realtà inefficaci e privi di studi che dimostrino l’efficacia di questa associazione a fini di cura.

Le proprietà della Curcuma sono innumerevoli ma va precisato, doverosamente, che in aggiunta ai pasti o “spolverata” come condimento sui cibi ha poco più che un effetto colorante e possiamo utilizzarla più che altro per moda.

La costante disinformazione promulgata da canali di informazione di massa e dai contenuti poco scientifici hanno portato i consumatori a credere che tale spezia possa essere efficace a fini di cura.

La risposta è parzialmente vera!

Per poter essere efficace in estratto secco dovremmo assumere 4 kg di polvere di curcuma a giorno. Dal momento che tale posologia non è raggiungibile è necessario un prodotto in grado di essere più assimilabile e anche più bio-disponibile.

In questo momento l’unico prodotto sul mercato europeo a rispondere a tali caratteristiche è Flexofytol, disponibile oggi in Italia grazie ad Abros.

Flexofytol grazie alla sua formula vanta una bio-disponibilità 1.350 volte superiore consentendo così di avere un apporto di quasi 1 kg di Curcuma con ogni capsula.

Per poter asserire questo, Flexofytol ha superato svariati test, fino ad arrivare alla pubblicazione di 5 studi specifici su Gotta, Fibromialgia, Tendinite, Artrite Reumatoide e Osteoartrite del ginocchio.

Altri prodotti pseudo simili e copia stanno iniziando a sfruttare gli studi di Flexofytol ma fino ad ora non ci sono formule equivalenti. Con tale tecnologia efficace esiste solo Flexofytol e solo Flexofytol consente di sostituire un prodotto naturale ad un farmaco.

Infatti, tale prodotto, si sostituisce ai FANS e ai Cortisonici migliorando la qualità della vita del paziente, agendo prima sul dolore e poi sulla relativa infiammazione, con risultati documentati e sorprendenti.

Anche in medicina dello sport Flexofytol consente un rapido recupero dai traumi. Molto utile in caso di dolori muscolari trova la sua applicazione principale in caso di tendinite.

Flexofytol è la prima risposta antinfiammatoria naturale!

Flexofytol, non ha controindicazioni per chi soffre di reflusso gastrico. Inoltre non è sconsigliato a chi soffre di patologie renali in quanto non costituito da estratto secco di curcuma. Può essere utilizzato anche nel bimbo se di età superiore ai 6 anni.

Non ha controindicazioni gastriche, epatiche o intestinali ma non va assunto in concomitanza ad eparina o altri fluidificanti del sangue (es. cardioaspirina).

AbrosDemodal 1994
    • Uffici Abros

      Via dell'Artigianato n.20
      63100 Ascoli Piceno
      Telefono: +39 0736 48051
      Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

      Orario Uffici
      Dal Lun al Ven 09 – 12/15 - 18

      Seguici

                          

    • Newsletter

      Iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato sul mondo di Abros e ricevere offerte e novità.


Carrello

Il carrello è vuoto
×

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato
sul mondo di Abros e del benessere